SAN LORENZO GUEST HOUSE | Affittacamere, B&b a Roma vicino policlinico, universtità e Tiburtina

English Italiano

Attualmente sei su:

 

Chi Siamo


Notizie

21/11/16 - SPECIALE INVERO |

|Speciale Inverno|  Prenotando entro il 15 Dicembre 2016 una Special doppia matrimoniale 20 % di sconto rispetto alla tariffa standard per soggiorni di almeno 3 giorni con inizio a partir......


Dettaglio Articolo

05/06/15 - Speciale LUGLIO-AGOSTO

 B&B zona San Lorenzo, recentemente ristrutturato. Camere con bagno privato interno, tv satellitare Sky, cassaforte, mini-bar, condizionatore e wifi. L'offerta da diritto ad uno sconto de......


Dettaglio Articolo

25/05/15 - DAY USE

 DAY USE B&B Roma camere solo per il giorno  Il San Lorenzo Guest House offre la possibilità di prenotare camere per alcune ore durante la giornata. Tale soluzione è stata studiata p......


Dettaglio Articolo

23/03/15 - Pasqua 2015

Pochi giorni a disposizione ma avete voglia di un break? Il SAN LORENZO GUEST HOUSE ha l'offerta giusta per voi! Prenotando tre notti la terza sarà scontata del 50%!!! Contatta subito la nostra s......


Dettaglio Articolo

15/03/15 - Sconto San Lorenzo Guest House

 Prenotate direttamente dal nostro sito web usando il codice coupon 938651 otterrete uno sconto del 5% .   Book from our web site. Using the coupon code 938651, you will get 5% discount. ......


Dettaglio Articolo

Un caloroso benvenuto a tutti gli ospiti e a tutti coloro che visitano il sito di San Lorenzo Guest House.

Mi chiamo Vincenzo Sangiorgio e sono il titolare di San Lorenzo Guest House che gestisco in collaborazione con uno staff giovane e motivato dopo averlo rilevato nell'ottobre 2013.

San Lorenzo Guest House nasce nel 2008 con l’idea di coniugare le caratteristiche del B&B e dell’albergo. Il suo creatore, Tommaso Prudenza, l'ha gestita con successo fino a tutto Settembre 2013, quando ha deciso di passare la mano per intraprendere nuove strade.

La mia professione invece, fino a quella data, è stata completamente diversa. Sono infatti un ingegnere chimico che per trent'anni ha girato per raffinerie di petrolio e impianti petrolchimici prima in Italia, poi in Europa e anche in qualche posto fuori dall'Europa.

E oltre a viaggiare per lavoro ho viaggiato molto per diletto.

Sono stato in posti noti a tutti i viaggiatori, Parigi, Londra, Praga, New York, Istanbul, Mosca ad esempio, e anche in posti "improbabili" e dai nomi poco pronunciabili come Shimkent, Mazeikiai, Kirikkale, Turkmenbashi, Novopolotsk.

Sono transitato per oltre 100 aeroporti e ho soggiornato in centinaia di alberghi, belli e meno belli. In tutti questi alberghi ho vissuto da ospite, mi sono comportato da ospite spesso anonimo, qualche volta gradevole, altre sgradevole.

Ora mi sono messo dall'altra parte della barricata cercando di pensare a come sono stato trattato io, a ciò che ho apprezzato e a ciò che non ho apprezzato, facendo tesoro di queste esperienze per offrire ai miei ospiti ciò che di meglio ho raccolto nei miei viaggi. E provando anche ad trasferire queste esperienze alle giovani persone che collaborano con me affinché esse ne facciano tesoro per la loro vita futura.

Alcuni “utili” suggerimenti

Come viaggiatore ho sperimentato svariate situazioni “difficili”. Per sorridere un po’ ecco un campionario di alcune di esse e qualche “utile” suggerimento per affrontarle.

  • Come fare quando arrivate in albergo alle 2 di notte e per una serie di disguidi la vostra agenzia di viaggio ha cancellato la prenotazione per la vostra stanza e quella stanza è già stata rivenduta?
  • Negate recisamente di avere mai cancellato la stanza (tecnicamente è vero, è stata l’agenzia a farlo, non voi), dopodiché fate comparire nei vostri occhi il “killer istinct” lasciando intendere che nel vostro bagaglio portate un campionario di armi di distruzione di massa e che siete prontissimi ad utilizzarle. Potete essere sicuri che vi verrà offerta la suite presidenziale allo stesso prezzo della micro-camera che avevate prenotato.
  • Come fare quando vi presentate in un albergo che non vi ha mai mandato la conferma della vostra prenotazione ed è al completo?
  • Mostrate il foglio con la vostra richiesta di prenotazione coprendo accuratamente con il pollice la scritta “To be confirmed” e minacciate di richiedere danni milionari se non vi verrà data la vostra stanza. Dopodiché chiudetevi accuratamente a chiave nella stanza che vi verrà assegnata e attendete di udire le urla del poveraccio che, pur avendo ricevuto la conferma della stanza, sarà costretto a passare la notte sul divano quando scoprirà che la sua stanza è stata occupata da qualcun altro (voi).
  • Come fare quando nel fare la prenotazione avete indicato come data di check-in quella del giorno prima dell’effettivo arrivo e al momento di pagare il conto vi addebitano anche il “no-show” del giorno precedente?
  • Assumete un’aria da angelo innocente e affermate con assoluta sicurezza che voi non potete certamente avere fatto tale errore ma piuttosto si sarà trattato di un errore di trascrizione della vostra prenotazione.
  • Come fare quando, da incalliti fumatori, avete fumato in una stanza “no-smoking” e al momento di saldare il conto vi vogliono fare pagare il “costo di decontaminazione”?
  • In questo caso è necessario partire premuniti. Utilizzate il vostro computer e la vostra stampante per preparare un tesserino che vi indichi come “Socio Fondatore della Lega Anti-Tabacco”. Mostrate tale tesserino fasullo al banco dell’albergo spergiurando che sicuramente qualcun altro si è introdotto nella vostra stanza per fumare e che anzi avreste voluto voi stessi protestare per l’orribile odore di fumo.
  • Cosa fare se il costo della vostra stanza include la continental breakfast e vi siete invece sbafati tutto quanto offerto dal buffet dell’american breakfast?
  • Fate finta di niente; è molto probabile che il cameriere non se ne accorga. Il vostro stomaco invece se ne è accorto, eccome.
  • Cosa fare se perdete il vostro volo di ritorno a casa?
  • Telefonate in albergo, fatevi ridare una stanza e godetevi una bella cena e una bella serata senza altri pensieri.